Humanoid robot helps train children with autism


"Aiden, look!" piped NAO, a two-foot tall humanoid robot, as it pointed to a flat-panel display on a far wall. As the cartoon dog Scooby Doo flashed on the screen, Aiden, a young boy with an unruly thatch of straw-colored hair, looked in the direction the robot was pointing. Aiden, who is three-and-a-half years old, has been diagnosed with autism spectrum disorder (ASD). NAO (pronounced "now") is the diminutive "front man" for an elaborate system of cameras, sensors and computers designed specifically to help children like Aiden learn how to coordinate their attention with other people and objects in their environment. This basic social skill is called joint attention. Normal children develop it naturally. Children with autism, however, have difficulty doing it and that inability can compound into a variety of learning difficulties as they age. An interdisciplinary team of mechanical engineers and autism experts at Vanderbilt University have developed the system and used it to demonstrate that robotic systems may be powerful tools for enhancing the basic social learning skills of children with ASD.
Continue reading >>> [Eurekalert]

"Aiden, guarda!" esclamò NAO, un robot umanoide poco più alto di mezzo metro, indicando un televisore appeso alla parete. Non appena il cartone animato Scooby Doo apparve sullo schermo, Aiden, un ragazzino dai capelli dorati come la paglia, guardò nella direzione che il robot stava indicando. Aiden ha tre anni e mezzo e gli sono stati diagnosticati Disturbi dello Spettro Autistico (DSA). NAO (pronunciato "Now", "Adesso" in inglese) è il diminutivo "front man" per un elaborato sistema di telecamere, sensori e computer progettati specificamente per aiutare i bambini come Aiden per imparare a coordinare la loro attenzione con altre persone e gli oggetti nel loro ambiente. Questa abilità sociale di base si chiama attenzione congiunta. I bambini normali la sviluppano naturalmente. I bambini con autismo, tuttavia, hanno difficoltà a farlo e possono peggiorare le loro capacità man mano che invecchiano. Un team interdisciplinare di ingegneri meccanici ed esperti di autismo alla Vanderbilt University hanno sviluppato il sistema e lo hanno utilizzato per dimostrare che i sistemi robotici possono essere potenti strumenti per migliorare le competenze di base di apprendimento sociale dei bambini con ASD.
Continua a leggere >>> [Eurekalert]