'Self-healing' chip can recover after transistor failure


Researchers at Caltech have developed a "self-healing" chip that can recover from issues like reduced power and transistor failure.
The chips are capable of recovering within microseconds and are small enough to fit on the surface of a penny, reports Parity News. Sensors on the chip monitor power, voltage, current, and temperature, and a separate integrated circuit is programmed to determine errors using the sensors' input. When the system detects an issue, it can reconfigure the chip to work around it.
Though the researchers refer to the system as "self-healing," nothing is explicitly being rebuilt.
Continue reading >>> [Theverge]

I ricercatori del Caltech hanno sviluppato un chip "auto-riparante" in grado di riorganizzarsi in caso di problemi come perdita di potenza o rottura dei transistor. I chip sono in grado di ripristinarsi in pochi microsecondi e sono abbastanza piccoli da stare sulla superficie di un centesimo, leggiamo su Parity News. Sui chip ci sono sensori di alimentazione, tensione, corrente e temperatura e un circuito integrato separato è programmato per determinare eventuali errori utilizzando le letture dei sensori. Quando il sistema rileva un problema, è possibile riconfigurare il chip in modo da poter aggirare il problema. Anche se i ricercatori definiscono il sistema come "auto-riparante", in realtà non c'è una vera e propri ricostruzione dei componenti.
Continua a leggere >>> [Theverge]