Trick out your tongue and taste the sensory-augmented world with Tongueduino



The Tongueduino is the brainchild of MIT Media Lab's Gershon Dublon. It's a three by three electrode pad that rests on your tongue, runs through an Arduino controller, and connects to one of several environmental sensors. Each sensor might register electromagnetic fields, visual data, sound, ambient movement — anything that can be converted into an electronic signal. In principle, this could allow blind or deaf users to "see" or "hear" with their tongues, or augment the body with extrahuman senses. Dublon, an electric engineer by training, studies how "sensor networks might become extensions of our nervous systems — networks of remote, distributed sensing prosthetics." He has been experimenting with his Tongueduino himself for the past year and is now beginning training with a group of twelve volunteers. "Through Tongueduino, we hope to bring electro-tactile sensory substitution beyond the discourse of vision replacement, towards open-ended sensory augmentation that anyone can access," he writes.
Il Tongueduino è il frutto degli studi di Gershon Dublon del MIT Media Lab. Si tratta di un cuscinetto ricoperdo da 9 elettrodi che poggia sulla lingua, passa attraverso un controller Arduino, e si connette a uno dei diversi sensori ambientali. Ogni sensore può registrare i campi elettromagnetici, dati visivi, suoni, movimenti e tutto ciò può essere convertito in un segnale elettronico. In linea di principio, questo potrebbe consentire agli utenti non vedenti o non udenti di "vedere" o "sentire" con la lingua, o addirittura di poter aggiungere al nostro corpo dei sensi extraumani. Dublon, un ingegnere elettrico per formazione, studia come "reti di sensori potrebbero diventare estensioni dei nostro sistemi nervosi. Reti di remote sensing, protesi distribuite" Ha avuto modo di sperimentare su se stesso Tongueduino per l'anno passato ed è ora di iniziare l'addestramento con un gruppo di dodici volontari. "Attraverso Tongueduino, speriamo di portare la sostituzione sensoriale elettro-tattile al di là del discorso della sostituzione della visione, e fare in modo che chiunque vi possa accedere", scrive.