“Can I resell my MP3s?” redux - federal judge says no


For years, many a music fan has wondered what we first posited back in 2008: “Can I resell my MP3s?” After all, as we’ve pointed out in the past, nearly all digital good sales are really licenses rather than sales as conventionally understood. The question here is, can such a license be bought and sold to other users? On Saturday, a federal court in New York ruled in summary judgment within the case of Capitol Records v. ReDigi. The court decided that no, users do not have the right to resell digital music files, as doing so violates existing copyright law. ReDigi, the judge found, is also liable for secondary copyright infringement and likely will have to pay damages. The judge wrote:
Courts have consistently held that the unauthorized duplication of digital music files over the Internet infringes a copyright owner’s exclusive right to reproduce. See, e.g., A&M Records, Inc. v. Napster, Inc., 239 F.3d 1004, 1014 (9th Cir. 2001). However, courts have not previously addressed whether the unauthorized transfer of a digital music file over the Internet—where only one file exists before and after the transfer—constitutes reproduction within the meaning of the Copyright Act. The Court holds that it does.
Continue reading >>> [Arstechnica]

Per anni, molti fan della musica si sono chiesti ciò che abbiamo postulato nel 2008: "Posso rivendere i miei MP3?" Dopo tutto, come abbiamo già sottolineato in passato, quasi tutte le vendite di beni digitali sono in realtà vendite di licenze e non di beni materiali. La domanda quindi è: può una licenza essere comprata e poi rivenduta ad altri utenti? Sabato scorso, un tribunale federale di New York ha stabilito un decreto ingiuntivo per il caso di Capitol Records ReDigi v. Il giudice ha deciso che no, gli utenti non hanno il diritto di rivendere file musicali digitali, in quanto ciò viola le leggi sul copyright. Inoltre il giudice ha ritenuto che ReDigi è anche responsabile per violazione del copyright secondario e probabilmente dovrà pagare i danni. Il giudice ha scritto:
I tribunali hanno costantemente affermato che la duplicazione non autorizzata di file di musica digitale su Internet viola diritto esclusivo di un proprietario del copyright per la riproduzione. Vedi, ad esempio, A & M Records, Inc. v Napster, Inc., 239 F.3d 1004, 1014 (9 ° Cir. 2001). Tuttavia, i tribunali non hanno precedentemente affrontato se il caso in cui avvenga il trasferimento non autorizzato di un file di musica digitale su Internet(dove dopo il quale esiste solo un file) venga considerata duplicazione ai sensi della legge sul Copyright. Il Tribunale ritiene che lo fa.
Continua a leggere >>> [Arstechnica]