Good Times knows when you're concentrating, sets your phone to 'do not disturb'


There's a reason we cover technology instead of create it. When we see a pair of Necomimi ears we see a opportunity to embarrass a poor intern. (Thanks for being a good sport Daniel!) Ruggero Scorcioni, on the other hand, sees a way to automatically control AT&T's Call Management system. At the company's mobile hackathon in January, he was presented with a pair of the brainwave-tracking novelties and immediately cracked it open to gain access to its precious torrents of data. The project he whipped up, Good Times, feeds readings from the cat-eared electrode to an Arduino, which then interacts with the Call Management and M2M APIs. When a significant amount of brain activity is detected, indicating that you're concentrating on something, calls are rerouted. Instead of distracting you from the task at hand, would-be interlopers simply receive a message that "this is not a good time to call please try again later."
Continue reading >>> [Engadget]

Qualcuno – sicuramente più di qualcuno – ne avrà già visto un paio in qualche spot o immagine attraverso la rete. I Necomimi sono un set di orecchie animate costruite con varie fogge e dall’aria “cartoonesca” che reagiscono in base agli stimoli dell’utente. Il gadget è basato sull’utilizzo di un sensore che legge l’intensità delle onde cerebrali, muovendo le estremità fittizie a seconda dello stato d’animo. Si tratta, ovviamente, di un accessorio pensato per l’intrattenimento ma da questo potrebbe derivarne anche qualcosa di più. Il sistema è stato preso e convertito da Ruggero Scorcioni in un’applicazione dedicata agli smartphone. Ruggero Scorcioni è uno sviluppatore dedicato sia allo studio delle onde cerebrali che alla creazione di programmi informatici. La sua idea è venuta alla luce durante un contest organizzato dal gestore americano AT&T, è stata sviluppata in meno di 24 ore e gli è valsa un premio di 30.000$.
Continua a leggere >>> [Gadgetblog]